Un’aula multimediale low cost con i thin client

La scuola ha bisogno di computer. Purtroppo è inutile negarlo: l’hardware scarseggia, spesso è vecchio (se non d’antiquariato) ed anche quello più recente non gode di ottima salute. Non nascondiamoci neanche che negli anni gli acquisti a livello informatico sono stati fatti talvolta da persone che non avevano una grande competenza in merito, vittime di venditori vogliosi di spremere un po’ di soldi dalla scuola pubblica. Cifre esorbitanti per banalissime macchine che si sarebbe potute acquistare anche in un supermercato con pochi spiccioli. Quello che rimane oggi è ciò che abbiamo descritto poco fa, con il personale della scuola ed i ragazzi che si guardano sconsolati e pensano: “e ora?”.

La tecnologia, fortunatamente ha fatto passi avanti, ed è in grado di fornirci soluzioni che fino a qualche anno fa erano impensabili. Supponiamo di voler allestire un nuovo laboratorio/aula multimediale e, ovviamente, di voler spendere il meno possibile, ottenendo però un risultato che ci permetta di dormire sonni tranquilli, senza avere il fiato sul collo dell’assistenza tecnica che ogni mese si presenta per smontare, cambiare, aggiustare, etc.

La soluzione che mi sentirei di consigliare al momento è quella dei thin clients. Se non ne avete mai sentito parlare, si tratta di dispositivi grandi quanto un libro, leggeri e compatti. Per usare un’espressione simpatica, il thin client è un computer vuoto che finge di essere un computer vero e proprio. Il thin client infatti ha bisogno di collegarsi ad un server per poter funzionare come il più classico dei PC. Il server centrale, un buon computer con una discreta potenza di calcolo, fa il lavoro che dovrebbe fare il thin client, il quale, collegato alla rete LAN, si limita a fornire l’utente di uno schermo, una tastiera ed un mouse per poter lavorare. Nell’immagine qui  sotto potete vedere una tipica configurazione. Il thin client, come si può facilmente intuire, essendo meno completo di un PC tradizionale, è più robusto, più duraturo, e più longevo; senza contare il fatto che consumano molto meno in termini di elettricità.

configurazione_thin_client

Il costo? Se fate una ricerca online vedrete che il costo di un singolo thin client si aggira sui 200€ (iva compresa). Non è da escludere che, a fronte di un discreto ordine si possa ottenere anche uno sconto, vedendo la cifra scendere ulteriormente. Certo, si devono anche acquistare, monitor, tastiera e mouse, ma se non si opta per soluzioni iper tecnologiche, come gli schermi in full hd, si può comprare il tutto con una spesa di circa 60/70€. Il costo più alto da sostenere è quello del server: si va dai 1000€ ai 1500€ (anche qui si possono trovare offerte interessanti, basta cercare).

Ipotizziamo di voler creare un laboratorio da 25 postazioni: con poco più di 8000€ potreste farlo. Ci sono scuole che per la metà delle postazioni hanno speso più del doppio! Non dimenticate, inoltre, che a differenza dei singoli PC che diventano obsoleti dopo poco tempo, i client sono in grado di essere utilizzati per moltissimo più tempo; sarà sufficiente mantenere aggiornato ed in buono stato il server centrale, sul quale potrete far girare qualsiasi sistema operativo vogliate.

Appunto, ed il software? Con del software libero, tipo il sistema operativo Edubuntu, creato appositamente per la scuola, non dovreste spendere niente in licenze. Meraviglioso, no?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "ACCETTO" nel banner"