Sfrutta il potenziale dello storytelling in classe con Storybird

Farli scrivere e farli leggere: due compiti ardui, vero? Forse dovreste provare con lo storytelling che in italiano indica l’atto del narrare. In pedagogia lo storytelling è da anni una risorsa formidabile, poiché sappiamo che il ricorrere ad una storia facilita l’apprendimento. Vi siete mai chiesti perché nei libri di lingua straniera i dialoghi formino sempre una storia che si evolve? In quel caso lo storytelling è funzionale per l’apprendimento della lingua, ma da sempre la narrazione ha lo scopo di comunicare esperienze di vita vissuta e farci riflettere sulla realtà che ci circonda. Senza contare il fatto che il cosiddetto insegnante affabulatore cattura l’attenzione del suo pubblico, riducendo al minimo le possibilità che i suoi studenti dimentichino dopo pochi istanti ciò che gli sta, appunto, raccontando.

Uno strumento da sfruttare quindi. Ecco perché vorrei parlarvi di una bellissima piattaforma che unisce il potere della narrazione attraverso le parole, con quello della narrazione per immagini: Storybird. I suoi creatori hanno intelligentemente rovesciato il procedimento che sta dietro i classici libri illustrati: partire dall’immagine per arrivare al testo, liberando in questa maniera la fantasia di chi scrive. Grazie alle centinaia di illustrazioni, messe a disposizione da disegnatori professionisti (che in questa maniera hanno anche a disposizione un’importante vetrina per i propri lavori), i risultati sono davvero bellissimi e non hanno niente da invidiare ai numerosi libri che possiamo trovare sugli scaffali delle librerie.

Notizia meravigliosa per gli insegnanti: l’iscrizione è gratuita, e vi è anche la possibilità di iscrivere una più classi, aggiungendo i vostri alunni senza alcuna necessità di utilizzare la loro email. A questo punto potrete assegnare voi delle immagini da commentare, oppure potrete lasciarli liberi di trovare da soli quella che meglio si adatta alla traccia che avrete dato loro. Storybird è anche una community, quindi ogni opera ed ogni produzione scritta possono essere votati dagli altri utenti; inoltre potranno anche leggere (essenzialmente in lingua inglese) le storie scritte da altri membri. Infine, e non poteva essere altrimenti, non vi rimarrà che pubblicare le vostre creazioni e condividerle come meglio credete (social, e-mail, etc.). I formati a disposizione sono i Picture Books (multi-pagina) ed i Longform Books (multi-capitolo, ancora in versione sperimentale per gli utenti delle scuole, ma comunque disponibili); purtroppo il Poem (poesia con singola immagine) è disponibile solo nella versione Pro, ma nulla vi vieta di utilizzare il formato Picture Book anche per le poesie. Nel complesso un servizio ottimo.

Numerosi insegnanti, soprattutto all’estero, hanno già sfruttato il potenziale di Storybird e ne sono rimasti più che soddisfatti, così come i loro studenti. La combinazione tra arte e parole è risultata vincente, e la facilità di utilizzo del sito ha fatto il resto.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "ACCETTO" nel banner"